Matite colorate - www.silviamoroniart.com

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Matite colorate

DIDATTICA > Il disegno

Le matite colorate sono formate, da un involucro di legno e da una mina colorata. Il colore della mina è composto da pigmenti macinati finemente e mescolati a sostanze chimiche o naturali.
Le caratteristiche principali sono:

  • la freschezza e l'intensità del colore

  • la morbidezza più o meno marcata delle tonalità a seconda della pressione che si applica

  • le molte tonalità di colore che si trovano in commercio

  • e non meno importante, i costi ridotti delle confezioni "base" per chi vuole prendere confidenza con questa tecnica di disegno imparando a disegnare a colori.


A seconda della marca, i colori possono essere più o meno morbidi e con tonalità di colori più o meno decisi. Chi utilizza poche matite colorate dovrà puntare sulle sfumature, create miscelando i colori a disposizione. Invece, chi ha la possibilità di avere una variete maggiore di tonalità di matite colorate, potrà evitare di mescolare i colori per ottenere particolari sfumature.

Per i principianti questa tecnica è molto utile per iniziare a prendere confidenza con disegni a colori. Un disegnatore esperto riuscirà ad utilizzarla anche per i ritocchi complementari difficili da realizzare con altri materiali.

Per un buon disegno ci vuole sempre una buona base, la carta.
In base alla carta che si utilizza, si possono ottenere vari effetti. Per esempio, la carta liscia è indicata per un disegno preciso e pieno di particolari, la carta ruvida invece è indicata se si vuole ottenere un effetto a grana grossa, granuloso.

Per iniziare, partite da un leggero schizzo fatto in modo accurato con una matita normale, successivamente passate al disegno colorato definendo tutti i dettagli. Per rendere il disegno più realistico non riempite le zone racchiuse da linee con un colore piatto ed uniforme, ma sfumatelo ed ombreggiatelo per dare un'idea di profondità. Le ombre sono la parte più importante del disegno.

Come faccio ad ottenere le sfumature? Due parole: pressione e tratto.
Attraverso la pressione, otterrò dei colori più vivaci e accesi se l'accentuo e dei colori più tenui se la diminuisco.
Se utilizzo un tratteggio incrociato (un colore sull'altro) o affiancato (un colore a fianco dell'altro) ottengo effetti diversi. Provate a variare la distanza tra le linee e la pressione sulla matita e fate alcune prove.

In commercio esistono anche matite colorate acquerellabili che permettono, passando sopra al disegno dell'acqua, con un pennellino, di ottenere un effetto molto simile all'acquarello o i pastelli (cerosi o gessosi), che permettono di lavorare su coprire superfici irregolari e più ampie.

Infine come conservare matite, pastelli e gessetti? Le matite dovranno essere tenute sempre con la punta verso l'alto, evitare di farle cadere o di far prendere loro dei colpi bruschi che potrebbero spezzare la mina all'interno del legno. Anche peri  pastelli ed i gessi, attenzione a colpi e cadute per non farli andare in pezzi. Una bella scatola di alluminio o di legno (recuperata da qualche confezione di biscotti o di vino) rimane sempre la scelta più pratica per riporre tutto il materiale, temperini inclusi.

E ora, all'opera!



Sopra "Dopo il bagno, donna che si asciuga la nuca" Edgar Dagas  1834-1917
pastello su carta
esposto al Musée d'Orsay, Parigi

Sopra "Camminando verso il cielo" Luchet
matita colorata su carta

Sotto "Autoritratto a pastello" Maurice Quentin de La Tour, 1751
pastello morbido

 
 

..


torna alla home
news, eventi e mostre
servizi
contatti

..


 
Torna ai contenuti | Torna al menu