Colori e curiosità - www.silviamoroniart.com

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Colori e curiosità

DIDATTICA

Alcune curiosità sui colori e sui significati ad essi associati.

COLORE

CURIOSITA'

ROSSO

Ha la frequenza minore e, conseguentemente, la lunghezza d'onda più lunga di tutti gli altri colori visibili (tra 630 e 760 nanometri). È uno dei tre colori primari additivi, il suo colore complementare è il ciano. È il primo colore dell’arcobaleno. La scelta del rosso implica uno stato di attivazione fisica e psichica.
Simboleggia il sangue, il calore, la forza, la passione e la sessualità e all'amore.
Viene impiegato spesso nella cartellonistica perché attira l'attenzione, per questo motivo è impiegato nei segnali di pericolo o per segnalare le emergenze o per segnalare l’alt nel semaforo. È il colore del fuoco e contraddistingue anche gli idranti, gli estintori e i pompieri.

ARANCIONE

Il colore arancione si trova tra il rosso e il giallo ed ha una lunghezza d'onda di circa 620-585 nanometri. È lo stesso colore del frutto dell'arancia da cui ha preso il nome; infatti, prima della scoperta di questo frutto, non vi era una nozione precisa di tale colore, che veniva spesso considerato rosso. L'arancione si può ottenere per di verde e rosso o per sintesi sottrattiva di magenta e giallo. Il suo colore complementare è il ciano.
Simboleggia l'abbondanza e la generosità, l'armonia, la guarigione e l'equilibrio, la gioia di vivere, l'entusiasmo e l'amicizia.

GIALLO

Il giallo ha la lunghezza d'onda compresa tra 565 e 590 nanometri.
È uno dei tre  sottrattivi, insieme al ciano ed al magenta, il suo colore complementare è il viola. Tuttavia, a causa delle caratteristiche dei pigmenti utilizzati anticamente, tradizionalmente nella pittura il colore complementare viene identificato con il porpora.
E' il colore che stimola l'intelletto e l'immaginazione, la fiducia in sè stessi e la creatività. E' associato alla luce, e all'apertura verso la liberazione. La sua caratteristica più evidente è quello dell'irraggiamento, che si propaga in tutte le direzioni. Rappresenta la luce di Dio e in oriente è simbolo di fertilità e regalità.

VERDE

Il verde è molto comune in natura. Le piante sono verdi dal momento che la clorofilla assorbe tutte le lunghezze d'onda (e quindi i colori) tranne il verde, che viene "riflesso" e quindi captato dall'occhio umano. La luce verde ha lunghezza d'onda intermedia rispetto agli altri colori visibili, tra 490 e 570 .È uno dei tre colori primari additivi, il suo colore complementare è il magenta.
Simboleggia il rinnovamento, la crescita spirituale. Ha un effetto calmante. Rappresenta la speranza. Al verde corrispondono sensazioni di solidità, stabilità, equilibrio, forza e costanza. In alcuni casi il verde è anche associato a simbologia negativa come rabbia e veleno e invidia. Per i Celti, per esempio, il verde era simbolo di fertilità ed il colore degli dei.

AZZURRO

L'azzurro è il colore fra tonalità comprese tra il celeste e il blu, o anche più chiare. L'azzurro è uno dei colori base: esso sta al blu come il rosa sta al rosso. E' il simbolo della comunicazione attraverso la creatività. Colore emblema della lealtà e dell’idealismo. Trasmetto senso di pacatezza aiutando la meditazione e l’estroversione. Stimola il sonno. E’ un colore che rimanda a degli elementi naturali fondamentali come il cielo e l’acqua. E' il colore dell'intangibile e del ricordo.

BLU

Il blu si trova tra il ciano ed il violetto ed ha una lunghezza d'onda di circa 470 nanometri. È uno dei tre , insieme al giallo ed al rosso. Il suo colore complementare è l'arancione. La parola "blu" è un adattamento del corrispondente termine bleu.
Simbolo di armonia, di equilibrio e di calma, il colore blu ha la facoltà di rilassare portando equlibrio nella sfera emotiva. Il colore Blu ha la capacità di normalizzare la frequenza del battito cardiaco e la pressione tendendo così a rilassare il corpo e ad allontanare il senso di ansia. Simboleggia la pace e la sensibilità. Per i cinesi il blu è il colore dell’immortalità.

INDACO

L'indaco rappresenta il capostipite della famiglia dei coloranti indigoidi.
È considerato un pessimo colorante a causa delle piccole dimensioni e del basso peso della molecola, a causa dei quali ha molta difficoltà nel "montare su fibra"; per permetterne un uso tintorio occorre ridurlo nella forma di
leuco (solubile) grazie all'aggiunta di due elettroni. L'indaco è particolare perché, a differenza degli altri coloranti che con il tempo ingrigiscono, tende invece ad assumere una colorazione azzurro brillante. La tunica dei Tuareg, ad esempio, è tutta indaco, colore considerato nobile. I mauritani, nelle zone del corpo non coperte da indumenti, si spalmano una polvere color indaco che li protegge dai raggi solari e dà origine al soprannome di "uomini blu" conferito alle popolazioni nomadi dell'area.
Simboleggia l'intuizione, la spiritualità e risveglio interiore. E' un colore molto rilassante.

ROSA

Il rosa è un colore ottenuto miscelando il rosso e il bianco, talvolta descritto come un colore della gamma del rosso, più tecnicamente si tratta di un rosso chiaro e desaturato. Delicato, naturale e sicuro è usato come simbolo di amore e dolcezza. Un utilizzo troppo esagerato di rosa può essere considerato infantile. E' il simbolo della capacità di dare e riceve amore. Conferisce passione e vitalità nell’amore per altri e per se stessi.
La caratteristica principale del colore rosa è quella alleggerire la mente e di fugare pensieri negativi che vi si possono annidare. Infonde inoltre la capacità del perdono ed esprime il reciproco bisogno di dare e riceve tenerezza.

VIOLA

Il colore viola (o violetto) è uno dei colori dello spettro che l' riesce a vedere. È quello associato alla frequenza più alta ed alla  più corta compresa nell'intervallo tra i 420 e i 380 nanometri. Prende il nome dal fiore omonimo di cui descrive il colore.
In pittura si dice che il viola è un colore secondario, in quanto deriva dalla mescolanza dei colori primari blu e rosso. Simboleggia la connessione profonda con l'anima. Stimola la parte emotiva dell’individuo. Questo colore accresce, inoltre, la capacità creativa e la fantasia inibendo, di contro, l’eccesso di razionalità. Il viola ha la capacità di rendere la persona seducente ma, di contro, anche molto inquieta e suggestionabile. Il viola rappresenta spesso ricchezza e giustizia e passività.  

MARRONE

ll colore marrone è semplicemente un arancione meno luminoso. In effetti, nell'arcobaleno il marrone è assente perché non è possibile regolare l'intensità della luce solare responsabile dell'arcobaleno stesso. Il marrone è composto dalla miscela dei tre colori primari (giallo, rosso, blu) in quantità variabili a seconda della tonalità che si vuole dare al colore.
Il nome deriva dal nome delle castagne, che hanno appunto questo colore, ed è per questo un aggettivo indeclinabile, anche se il plurale marroni viene comunemente accettato. E' il simbolo di soddisfazione a livello fisico. Questo colore attenua il senso di ribellione espresso dal colore nero. Il marrone esprime emotività e sensualità, ma anche, equilibrio, buona salute e bisogno di soddisfazioni sensuali.

BIANCO

Il bianco è un colore con alta luminosità ma senza tinta. Contiene tutti i colori dello spettro ed è chiamato anche colore acromatico. Opposto al nero che è l'assenza di colori.
L'impressione della luce bianca è creata dall'unione di certe intensità dei colori primari dello spettro: rosso, verde e blu.
Simboleggia la purezza e la verità. L'elevazione dell'anima. Il colore della nascita e dell'unione. Secoli addietro, si dipingevano di bianco le vesti dei santi e dei fanciulli a rappresentare fede e purezza.

GRIGIO

Il grigio è un colore comune in natura. In base alla luce presente, l'occhio umano può riconoscere lo stesso oggetto come grigio o come di un altro colore. L'occhio umano è in grado di distinguere nettamente in media 16 livelli di grigio.
Il grigio è il colore complementare di se stesso.
E completamente privo di ogni stimolo e di ogni tendenza psicologica. É neutro.
Simboleggia la mediocrità, il rumore di fondo. Rappresenta vecchiaia e sapienza, ma anche monotonia e apaticità. Lo si sceglie per definire una distanza ed un non coinvolgimento.

NERO

Il nero assorbe e combina tutti i colori della luce che stimolano in maniera uguale i tre tipi di recettori sensibili ai colori. I pigmenti che assorbono la luce piuttosto che rifletterla, danno luogo al "nero". Un pigmento nero, tuttavia, risulta da una combinazione di diversi pigmenti che insieme assorbono tutta la luce, di ogni colore. Esistono due interpretazione del nero: è la mancanza di tutti i colori che formano la luce, oppure una combinazione di più colori di pigmenti.

Simboleggia la negazione del colore, l'opposizione al bianco. Il limite assoluto oltre il quale non c'è più nulla. Rrappresenta la rinuncia, la capitolazione completa o l'abbandono, ma anche l'apertura verso uno spazio e una realtà a noi sconosciuti.

 
 
 
 

..


digital gallery
paint gallery
servizi
contatti

..


 
Torna ai contenuti | Torna al menu