A tempera - www.silviamoroniart.com

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

A tempera

DIDATTICA > La pittura

La pittura a tempera è una tecnica artistica storica, un legame profondo alla tradizione pittorica.
Al giorno d’oggi, la pittura a tempera è stata messa in secondo piano, perché si privilegia l’uso di prodotti sintetici di rapida asciugatura.

Scegliere la pittura a tempera vuol dire anche riscoprire questa antica tecnica, conservare un mondo artistico che a volte viene accantonato per dare preferenza ad opere frutto dell’arte “veloce”, sfidando i tempi e le mode.

Il termine tempera sostanzialmente si riferisce all'azione con cui il pittore 'stempera' o 'mestica' i pigmenti puri unendoli a un legante.

Questa tecnica utilizza pigmenti in polvere mescolati con vari leganti tra cui tuorlo d'uovo ed acqua distillata.
Il diluente più comune è l’acqua.


I supporti utilizzati sono di solito cartoncino, cartoni compressi ma anche tavole di legno precedentemente preparate con un’imprimitura in gesso e colla su entrambi i lati (per evitare l’assorbimento di umidità). Non dimentichiamo poi il supporto compatto per eccellenza, un muro ben intonacato e rasato.

Anche se con la tempera non si ottengono effetti di particolare profondità, rispetto ai colori ad olio ha il vantaggio di essere stabile nelle tinte che rimangono uguali nel tempo, variando leggermente dal momento della stesura a quello della piena asciugatura.

La pittura a tempera richiede grande pazienza, destrezza e soprattutto allenamento!

Provare, provare e riprovare ancora, la cosa più importante è non scoraggiarsi se i primi risultati non sono il massimo, le tradizioni vanno portate avanti con pazienza e tanta buona volontà.

Sopra "Cristo morto"  Mantegna
tempera su tela 68 x 81cm
esporto alla Pinacoteca di Brera - Milano

Sopra "Primavera" Michelangelo
tempera su tavola 203 x 314 cm
esposto Galleria degli Uffizi - Firenze



 
 

..


torna alla home
news, eventi e mostre
servizi
contatti

..


 
Torna ai contenuti | Torna al menu